E’ scomparso Roberto Baggioni, uno dei fondatori del Gruppo Funghi e Flora di Forlimpopoli

di Nevio Agostini – Parco Foreste Casentinesi

Lunedì mattina a Forlimpopoli le campane hanno suonato per un breve momento a festa… A Don Aldo, che conosceva bene Roberto Baggioni, è venuto naturale invitare i suoi tantissimi amici, nel giorno del suo funerale, a ricordarlo come se fosse una festa, lui sarebbe stato felice. Infatti la cerimonia è stata molto diversa dal solito, moltissimi gli interventi commossi hanno tracciato una figura di riferimento assoluto nel panorama del volontariato civile, naturalistico e culturale della comunità forlimpopolese e non solo.

Nato nel 1942 Roberto è stato per oltre 50 anni il calzolaio di Forlimpopoli e come ha detto l’ex Sindaco, ora Consigliere regionale Paolo Zoffoli, la sua bottega rappresentava il salotto della città, dove Roberto, senza mai smettere di lavorare, aveva parole per tutti su come organizzare iniziative o semplicemente aggiustare ogni cosa, dagli oggetti alle vite delle persone che con grande empatia sapeva ascoltare.

Negli anni ebbe diversi riconoscimenti tra cui quello di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, ma quello che amava di più era quello di “Pastore degli Alberi” dovuto al fatto che da 22 anni organizzava e seguiva la festa in cui si pianta un albero per ogni bambino nato. Fondò e partecipò attivamente a molte associazioni, ma la più amata, che nacque nel 1983, era il “Gruppo funghi e flora”.  Proprio Roberto e l’amico Adriano Vitali del Gruppo funghi e flora chiesero al sottoscritto di collaborare per far sì che il territorio del Parco non fosse solo teatro di attività di raccolta funghi, ma il luogo privilegiato per vivere la propria passione per la natura e lo stare insieme. Così per oltre 10 anni, ogni inizio stagione, ci recavamo a Forlimpopoli per una conferenza e la presentazione di un ricco programma di escursioni nel Parco. Era sempre un momento di festa e condivisione dell’amore per gli altri e per la natura. Come del resto è stato lunedì mattina per ricordare il grande calzolaio di Forlimpopoli.

Nevio Agostini, Servizio Promozione PNFC